pompe_calore

DETRAZIONI FISCALI IMPIANTI DI CLIMATIZZAZIONE INVERNALE

BENEFICIARI

Possono usufruire della detrazione tutti i contribuenti residenti e non residenti, anche se titolari di reddito d’impresa, che possiedono a qualsiasi titolo l’immobile oggetto di intervento.

In particolare, sono ammessi all’agevolazione:

  • le persone fisiche, compresi gli esercenti arti e professioni;

  • i contribuenti che conseguono reddito d’impresa (persone fisiche, società di persone, società di capitali);

  • le associazioni tra professionisti.

INTERVENTO AGEVOLABILE

L’intervento agevolabile è la sostituzione di impianti di climatizzazione invernale, ovvero la sostituzione, integrale o parziale, di impianti di climatizzazione invernale esistenti con impianti dotati di caldaie a condensazione e contestuale messa a punto del sistema di distribuzione.

L’agevolazione è ammessa anche per la sostituzione di impianti di climatizzazione invernale con pompe di calore ad alta efficienza e con impianti geotermici a bassa entalpia.

L’agevolazione è riconosciuta altresì per le spese sostenute per l’acquisto e la posa in opera di impianti di climatizzazione invernale dotati di generatori di calore alimentati da biomasse combustibili.

Per fruire dell’agevolazione è necessario, quindi, sostituire l’impianto preesistente e installare quello nuovo. Non è agevolabile, invece, l’installazione di sistemi di climatizzazione invernale in edifici che ne erano sprovvisti.

Per la sostituzione di impianti di climatizzazione invernale non è più richiesta la presentazione dell’attestato di qualificazione energetica.

CARATTERISTICHE DELLA DETRAZIONE

La detrazione deve essere ripartita in 10 quote annuali di pari importo.

La misura della detrazione è pari al 65% della spesa sostenuta; solo per determinate tipologie di impianto la detrazione scende al 50%.

L’ammontare massimo della detrazione usufruibile è pari a € 30.000.

ADEMPIMENTI

I soggetti che intendono beneficiare della detrazione devono adempiere ai seguenti obblighi:

  • acquisire l’asseverazione del tecnico abilitato;

  • pagare le spese come indicato nel seguito;

  • inviare all’ENEA la documentazione richiesta;

  • conservare ed esibire, su richiesta degli Uffici, tutta la relativa documentazione.

PAGAMENTO DELLE SPESE

Le spese devono essere pagate mediante bonifico bancario o postale.

Deve essere predisposto il bonifico speciale cui la banca opera una ritenuta di acconto.

Nel modello di versamento con bonifico bancario o postale vanno indicati:

  • la causale del versamento;

  • il codice fiscale del beneficiario della detrazione;

  • il numero di partita Iva o il codice fiscale del soggetto a favore del quale è

effettuato il bonifico (ditta o professionista che ha effettuato i lavori).

Open chat
Bisogno di aiuto? Scrivici su WhatsApp!
Ciao, possiamo essere utili?
Powered by